Organizzare un viaggio studio-lavoro all’estero

0 Comments


Un viaggio studio-lavoro all’estero è un’ottima opportunità: può essere una valida occasione per trovare un impiego serio e – anche nel caso questo non dovesse avvenire – si tratterà pur sempre di un’esperienza importante che darà prestigio al curriculum vitae. Ma organizzare bene un viaggio di questo tipo non è banale.

È necessario individuare la meta, tenendo presente che i paesi anglofoni sono forse i più ricchi di opportunità. Inoltre, aumenterà anche la conoscenza dell’inglese: un vantaggio non da poco. Prima di partire, però, è indispensabile avere con sé una traduzione curriculum in inglesePer proporre la propria candidatura a un qualsiasi datore di lavoro, il curriculum deve essere tradotto bene. Non è consigliabile improvvisare, rischiando di fare errori grossolani che darebbero immediatamente una cattiva impressione: in questo modo il pericolo è di essere scartati alle selezioni, vanificando così gli sforzi compiuti. Rivolgersi a un’agenzia professionale che lavora con traduttori seri è il modo migliore per esser certi che il curriculum che si andrà a presentare sia attraente, il biglietto da visita perfetto per ottenere il posto desiderato. Questo vale non solo per l’inglese, ma anche per tutte le altre lingue. Una volta individuata la meta del viaggio, dunque, provvediamo a farsi tradurre in maniera professionale il curriculum vitae: sarà un piccolo investimento capace di fare la differenza.

Solo così, diventerà possibile inviare le prime candidature già prima della partenza: con un po’ di fortuna, il primo lavoretto potrebbe arrivare già prima di partire. Ma se questo non accade, non è il caso di demoralizzarsi. Sarà utile piuttosto individuare centri per l’impiego e agenzie di lavoro interinale a cui rivolgersi una volta arrivati sul posto. Con un curriculum ben tradotto, i risultati non tarderanno ad arrivare. 

Si dovrà quindi scegliere la scuola di lingue da frequentare. La cosa migliore è optare per percorsi personalizzati o in piccoli gruppi. Sarebbe meglio testare sul posto il livello di partenza, per evitare di fare corsi troppo semplici o, al contrario, al di là delle proprie capacità.

Non rimangono a questo punto che l’organizzazione dello spostamento e dell’alloggio. Se si è in grado di prevedere il viaggio con un buon anticipo, non sarà un problema trovare tariffe aeree vantaggiose. Per l’alloggio, una buona idea è quella di cercare sul web siti ufficiali o agenzie che offrono affitti a breve termine. Anche mettersi in contatto con comunità di italiani presenti sul posto potrebbe esser di aiuto nel trovare qualche buona occasione.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *