CURIOSITA’ SU FERRARA

0 Comments


I periodi migliori per vistitare Ferrara sono la primavera e l’autunno. Nel mese di Maggio invece ci sono i festeggiamenti al Palio di San Giorgio. A Palazzo Diamante fanno invece delle mostre molto interessanti che attirano i turisti e si svolgono nel mese di Marzo. Agosto prevede nell’ultima settimana musicisti di strada di tutto il mondo dove si radunano al Ferrara Buskers Festival pay someone to write an essay. E’ una città d’arte tutta da visitare passeggiando per le sue strade , scoprendo ogni suo angolo il suo carattere di magnifica capitale del Rinascimento. Gli Esetensi la governarono per ben 3 secoli, e grazie a loro ancora oggi possiamo guardare questa meraviglia di cittadina. Riconosciuta dall’UNESCU Patrimonio Mondiale dall’Umanità, e’ una città silenziosa, a misura d’uomo, da percorrere a piedi o in bicicletta rivivendo ad ogni passo magiche atmosfere del passato. Sicuramente non puoi partire senza aver fatto una passeggiata sulle sue fantastiche vie medievali e, essendo soprannominata città della bicicletta, magari un giro in bici sulle sue mura rinascimentali restate per gran parte intatte. Per il mangiare, il pane ferrarese e’ famosissimo come altrettanto famosi sono i suoi “cappellacci”, tortelli ripieni di zucca e parmigiano oppure anche il “pasticcio di maccheroni”. Mescolanza di carni di maiale e’ invece la “salama da sugo” infine c’e’ il “pampetato” un pan di spezie ricoperto da una ottima e squisita crosta di cioccolato fuso. Finito il discorso sul cibo potremmo andarci a smaltire con una corsetta sulle mura cittadine che e’ il luogo preferito dai Ferraresi per fare joggin: 9 km quasi interrotti da percorrere sul terrapieno, tra il verde di tigli e platani e il rosso dei mattoni della cortina. Oppure andare in bicicletta l’ideale e’ il circuito alla base delle mura, che può essere prolungato fino alla pista ciclabile “Destra Po”. Per chi ama il mare sicuramente i Lidi di Comacchio sono sette località balneari che vantano ampie spiagge e moltissimi intrattenimenti.
Il Parco del Delta del Po una delle zone umide e più importanti d’Europa e’ invece il paradiso per naturalisti, biologi e scienziati visto l’enorme area verde contornata da boschi, pinete ed oasi che si alternano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *